06
Set
2014

IL SOLLEVAMENTO DEL TRENO DERAGLIATO AD ANDORA

Nel 2014 sono stato coinvolto in molti lavori particolari, una serie di lavori che non capita di vedere tutti i giorni.

Uno fra questi è stato la rimozione del treno deragliato il 17 gennaio ad Andora, in Liguria.

 

 DSC0280

 

L’incarico si è subito presentato come interessante, una grande chiatta ha trasportato via mare le grandi autogru della ditta Vernazza di Genova fino al punto del deragliamento e sempre dalla chiatta i potenti mezzi hanno sollevato e riposizionato sui binari il locomotore e le carrozze.

Ho seguito il cantiere dall’inizio, i sopralluoghi sul luogo dell’incidente, i rilievi  del fondale marino, la progettazione accurata dell’intervento, le modifiche tecniche alla chiatta ed il suo allestimento,  la partenza e infine l’operazione di sollevamento.

 

Presso i cantieri Mariotti vengono realizzati alcuni adeguamenti strutturali alla chiatta.

Si procede ad allestire la chiatta nel porto di Genova.

Si realizzano dei canali per ospitare gli ormeggi della chiatta.

La partenza del convoglio diretto ad Andora il girono precedente al lavoro.

 

Un sollevamento non è eccezionale per la ditta Vernazza, infatti i carichi sollevati dai mezzi erano quasi ridicoli, complessa era la posizione di lavoro, un carico disposto quasi sbalzo sulla scogliera e poi operare dal mare, sempre in movimento, utilizzando ampi sbracci.

Sono stato impegnato per diversi giorni, muovendomi tra il porto di Genova e la zona dell’incidente in Andora. La giornata più faticosa è stata quella del 24 febbraio, il giorno del sollevamento vero e proprio.

Per me la giornata è iniziata alle 4:00 nel porto di Andora ed è finita intorno alle 21:00 quando il locomotore e il vagone sono stati trainati in stazione.

 

La partenza del personale dal porto di Andora, verso la chiatta, sono le 4:00 del mattino.

La chiatta si avvicina alla costa alle prime ore del mattino.

L'arrivo della chiatta e le prime operazioni di ormeggio.

L'enorme chiatta ormeggiata definitivamente.

Con l'ausiglio di un cestello si imbraga il locomotore.

Il locomotore sollevato da terra.

Il locomotore è sollevato, le gru lo spostano lateralmente per inserirlo nei binari.

Una fase delle operazioni.

Il monitoraggio della frana durante le operazioni di sollevamento.

Il giorno dopo (25 febbraio 2014) la costa, finalmente liberata dal treno

Ho raccolto diversi scatti del lavoro e ho realizzato allo stesso tempo un filmato  dettagliato dell’operazione, mantenendo in funzione dalle 4 del mattino alle 21 della serata un paio di telecamere e due reflex full frame, senza avere a disposizione la rete elettrica per ricaricare le batterie.

Il lavoro è stato un successo e mi ha permesso di affrontare con serena esperienza un evento simile, accaduto non molto tempo dopo. (Treno FRECCIABIANCA)

 

Il filmato dell'intera operazione.....una sintesi....VERNAZZA AUTOGRU RIMUOVE IL TRENO DI ANDORA (commento audio)

 

 

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, visita la pagina privacy policy.

Accetto i cookie da questo sito.